TOP

Consigli per una spesa bio e sostenibile

Come fare una spesa sostenibile e all’insegna del biologico? Ecco i nostri consigli.

Mangiare biologico e sostenibile equivale ad adottare un vero e proprio stile di vita. Non si tratta solamente di mettere la salute e il rispetto per l’ambiente al centro dell’attenzione, ma anche di conoscere da vicino molti aspetti sui cibi e su coloro che li producono e li vendono, accrescendo così il gusto di stare a tavola.

L’insieme delle tecniche adottate dall’agricoltura bio è fonte di competenze innovative sempre al passo con i tempi, accomunate dall’impegno di ottenere prodotti sani, ricchi dei nutrienti necessari per il corretto funzionamento dell’organismo, rispettosi della biodiversità e dei cicli naturali della terra.

Dal campo al piatto

I regolamenti che disciplinano gli aspetti della produzione biologica sono piuttosto severi in modo tale da garantire la sicurezza e la massima salubrità dei cibi. Oltre a essere sottoposti a controlli periodici da parte di personale qualificato, i produttori devono essere certificati da un ente autorizzato. Gli standard bio riguardano inoltre ogni risvolto della produzione, a partire dalla coltivazione, passando per la trasformazione, fino al packaging e al trasporto finale. Per di più, un prodotto biologico è sempre riconoscibile tramite apposita etichetta presente sulla confezione, contenente i codici identificativi del produttore, del prodotto e anche il Logo Comunitario.

Colazione biologica

Una colazione biologica rappresenta il modo migliore per iniziare la giornata con il piede giusto. Qualsiasi prodotto che viene comunemente consumato durante il primo pasto della giornata può essere di origine bio. Latte, caffè, tè, miele, marmellata, pane, biscotti: c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Chi è vegano o ha problemi di intolleranza al lattosio, può trovare una valida alternativa al latte vaccino bevendo bevande biologiche a base di soia, di mandorle o di riso.

Un’ottima fonte di energia si ottiene invece abbinando una fetta di pane biologico, possibilmente a base di cereali integrali, tostato e spalmato con miele o con marmellata bio. Ma la colazione può essere anche salata, usando per esempio del pane integrale su cui mettere dell’hummus di ceci, anch’esso rigorosamente bio.

Pranzo biologico

Per un pranzo salutare e sostanzioso si può scegliere il pesce biologico, abbinato a un contorno di stagione. Nei mesi caldi si può ad esempio puntare a una rinfrescante insalata, arricchendola con pomodori, carote, peperoni e con altre verdure estive che favoriscono l’idratazione e l’assunzione di sali minerali.

D’inverno, per una dose di calore in più, si può invece preferire un contorno a base di patate al forno. In caso di pasti veloci, da consumare ad esempio in ufficio, anche un panino bio imbottito con formaggi e/o con verdure può costituire una buona idea per placare la fame in modo nutriente.

Cena biologica

Scegliendo ingredienti biologici è possibile garantirsi delle eccellenti cene, oltre a poter usufruire di cibo prodotto seguendo principi sani e naturali. Anche la qualità della carne biologica è sempre di alti livelli e ricorda da vicino i sapori di una volta. Ciò si verifica perché gli allevatori biologici assicurano agli animali condizioni di vita naturali nonché ritmi di crescita assolutamente privi di forzature.

Gli animali allevati secondo i canoni bio possono infatti muoversi liberamente. Sono alimentati con cibi provenienti anch’essi da produzione biologica. Non si prevede per loro la somministrazione di antibiotici. Solo se necessario, si provvede a curarli con rimedi naturali e omeopatici. La stessa macellazione viene svolta in modo da eliminare ogni situazione di stress. Va infine ricordato che solo la carne di animali allevati in aziende biologiche può essere venduta come tale e la sua origine deve essere sempre certificata e verificabile.

Breve guida alla spesa sostenibile

Grazie alla varietà di prodotti biologici attualmente disponibili, insomma, la base per adottare una dieta amica della salute e dell’ambiente esiste innegabilmente ed è in grado di soddisfare ogni esigenza culinaria. Ma siamo tutti davvero capaci di realizzare una spesa sostenibile? Per poter raggiungere questo importante obiettivo è bene seguire alcuni accorgimenti che, con un pizzico di buona volontà, sono davvero alla portata di chiunque. Ecco una serie di semplici suggerimenti per rendere la spesa green:

  • Organizzare il menù settimanale, facendo una lista della spesa dettagliata prima di procedere con gli acquisti, in modo da ottimizzarli;
  • Scegliere alimenti biologici;
  • Optare sempre per frutta e verdura di stagione;
  • Comprare, quando possibile, prodotti sfusi;
  • Fare sempre attenzione alle eventuali confezioni dei prodotti che, per rispettare l’ambiente, devono risultare sostenibili, riciclabili e compostabili;
  • Combattere ogni spreco di cibo che, se buttato, si converte in produzione extra di rifiuti;
  • Per trasportare la spesa, utilizzare buste di tela o pratici carrelli.

Fonti:

Vivere Biologico – Lynda Brown, 2001 – Mondadori

verobiologico.it/verobio/guida-alla-spesa-sostenibile/

Il punto di riferimento sul web per tutti quanti hanno a cuore la tutela dell’ambiente, il risparmio energetico, la creazione di un’economia sostenibile e uno stile di vita sano, attento all’alimentazione e al benessere psicofisico. La redazione è impegnata a fornire ai propri utenti articoli completi, veritieri e indipendenti sulle seguenti aree tematiche: Ambiente, Energie Alternative, Benessere Psicofisico, Alimentazione, Mobilità sostenibile, Ecoturismo, Giardinaggio e Risparmio.