TOP

Allenamento a casa e alimentazione sana in caso di DAD

La didattica a distanza ha pro e contro, come ogni cambiamento nelle nostre abitudini quotidiane. Quando siamo in casa a studiare e lavorare abbiamo meno possibilità di muoverci, ma può essere ancora più divertente trovare delle tecniche alternative per tenere attiva la nostra energia. Il tuo Smart Coach Lucky ti racconta come unire didattica a distanza, alimentazione sana e attività fisica senza paura!

Prima di tutto, ci tengo a dirti che per seguire un’alimentazione corretta… non devi per forza annoiarti. Ma dato che ci muoviamo di meno, dobbiamo stare attenti a non esagerare con gli zuccheri. Ti consiglio di evitare merendine, biscotti, patatine e snack confezionati: hanno tante calorie e sicuramente sono buonissimi, ma non ti danno la carica di cui hai bisogno per seguire bene le tue lezioni. Anzi, a lungo andare rischi di provare molta stanchezza. 

Andiamo alla ricerca di zuccheri “buoni”: di sicuro, puoi contare su quelli della frutta. Puoi mangiarla durante il primo pasto della tua giornata, che è anche quello più importante. Se a colazione mangi un dolce fatto in casa, oppure fette biscottate con la marmellata, puoi finire in bellezza con mela, pera, banana o fragole. Con gli zuccheri nella frutta non sentirai cali di forze! A metà mattina avrai sicuramente un po’ di fame. Una bevanda di frutta senza zuccheri aggiunti alla pesca, alla mela o ACE ti sarà d’aiuto… magari anche per la merenda pomeridiana.  

A pranzo e a cena puoi mangiare tante verdure di stagione che fanno bene al tuo sistema immunitario, ad esempio: cavolfiore, broccolo, carciofi con cui si possono inventare tantissime ricette gustose. E per facilitare i tuoi genitori in cucina, ci sono anche le verdure biologiche surgelate, basta scegliere quelle che fanno per voi. Non dimenticare che a pranzo oppure a cena (non tutti e due!) la carne bianca o le uova ti rimettono in forze. Se poi durante la settimana mangi anche un po’ di pesce e di legumi, avrai una riserva strepitosa di fosforo e vitamine. E la pasta? Assolutamente sì, con un buon sugo di pomodoro bio e del parmigiano reggiano o grana padano grattugiato, ma senza esagerare sulla quantità.

Un ultimo consiglio: bevi sempre molta acqua durante tutta la giornata. È facile dimenticarsi di bere quando si è molto impegnati, ma due litri d’acqua al giorno sono il segreto per restare in partita.

Durante la DAD avrai sicuramente dimenticato la corretta postura, lasciando spazio alla sedentarietà smodata… la prossima volta ti darò qualche consiglio anche su questo.

Nell’attesa, passiamo all’allenamento a casa! Se mangiare bene è importantissimo, non devi dimenticarti di muoverti, anche quando resti nella tua stanza per tanto tempo. I vantaggi sono tanti: fa bene ai tuoi muscoli e alle tue ossa, dormirai meglio e ti concentrerai di più (e in caso di DAD ti servirà!). Più ti muoverai, più ti verrà voglia di continuare. 

Dato che sei a casa tua, puoi organizzarti quando e come vuoi a seconda delle tue pause e puoi capire quali esercizi fanno davvero per te: rendiamo queste ore passate in casa una buona opportunità! In ogni caso, ti consiglio di programmare almeno 2 o 3 brevi sessioni di allenamento a settimana, in modo che il tuo corpo si abitui e ne trovi davvero beneficio. Se scegli di allenarti in modo un po’ più intenso, lascia passare un paio di giorni prima di ricominciare: così ritroverai tutte le tue energie. 

E se pensi che non sia possibile divertirti rimanendo in movimento… il tuo Smart Coach Lucky entra in azione. Cominciamo con un esempio di allenamento a casa tutto per te. Intanto prepara tutto l’occorrente: prendi un frutto con cui puoi allenare il tuo polso, una palla di gomma (o creane una accartocciando giornali e dandole forma con lo scotch) e uno spremiagrumi. Adesso puoi allenarti con Super Spikeball

Dato che il movimento e la buona alimentazione vanno di pari passo, finiamo in bellezza: dopo l’allenamento, apri il frigo e premia il tuo impegno con la bevanda di frutta che preferisci!

In collaborazione con Andrea Lucky Lucchetta, Capitano della Nazionale Italiana di Pallavolo Campione del Mondo del ’90, consulente federale FIPAV e Smart Coach.