TOP
Attività all'aria aperta per tutta la famiglia

Attività all’aria aperta per tutta la famiglia

Domeniche sul divano, credo le desiderino tutti i genitori, ma sono un bene per i nostri figli?

Credo che in generale quando si diventa “famiglia” la domanda da porsi sia questa. Capire che oltre a noi ci sono delle vite pronte ad imparare da noi tutto ciò che di buono abbiamo da insegnargli.

Questo insegnamento non può avvenire che attraverso l’esempio, ecco perchè credo sia importante vivere delle esperienze insieme a tutta la famiglia, esperienze utili anche a saldare il rapporto famigliare.

Ogni genitore conosce i propri figli, ed ogni genitore conosce se stesso, ed è attraverso questa conoscenza che si possono individuare delle attività che possano coinvolgere tutti andando a toccare le inclinazioni di ognuno.

Ad esempio Andrea e mio marito Alessandro hanno bisogno di evadere, non amano stare troppo tempo in casa o in giardino, al contrario di me che passerei a fare lavori in giardino tutti i week end. D’altro canto Andrea non ama nemmeno troppo i laboratori per bambini, diciamo che è più un tipo di azione a cui piace camminare e correre libero.

Quali sono le attività all’aria aperta per tutta la famiglia? Ve ne sono molte, ecco le nostre preferite

Attività all'aria aperta per bambini
Fattorie biologiche didattiche

Percorsi culturali in campagna

Spesso in campagna, in autunno come in primavera, vengono organizzate delle gite che accompagnano alla scoperta di percorsi, magari dimenticati, o a scoprire le bellezze autoctone. A noi piace molto tramandare la nostra storia “brianzola” ad Andrea, credo sia fondamentale conoscere le proprie origini perchè raccontano chi sei. Andrea è un camminatore nato e riesce a terminare tutti i percorsi senza aiuto ed in piena autonomia, ma per i bambini non allenati è possibile utilizzare i supporti. Queste gite rappresentano anche delle occasioni per fare delle nuove conoscenze e amicizie.

Domeniche in fattoria

In questi anni c’è stato il grande ritorno delle aziende agricole come parte importante della nostra società. Molte sono le modalità con le quali l’ambiente oggi può essere vissuto, dalle scuole in fattoria, ai laboratori domenicali con pranzo e visita. Noi cerchiamo di organizzare almeno 3 visite l’anno con Andrea, andando a toccare allevamenti e colutre differenti, in modo che possa conoscere le differenti realtà. Poi il pranzo in cascina, devo dire, è davvero un appuntamento imperdibile. Anche nella selezione delle fattorie entrano in gioco quei valori etici legati alle scelte bio e di rispetto dell’ambiente e degli animali.

Vendemmia e raccolto: che felicità

Un week end a vendemmiare è un’esperienza da non lasciarsi scappare, assolutamente. Molte cantine oggi ospitano famiglie per la vendemmia e poi vi è la possibilità di prenotare bottiglie di quel raccolto quando saranno pronte. Allo stesso modo è possibile partecipare al raccolto della frutta. Oppure, una cosa che ancora non abbiamo fatto ma che è nella nostra “to do list”, è la raccolta delle olive in Puglia, terra che amiamo tantissimo.

Glamping: che passione

Per tutti coloro che, come me, hanno vissuto l’esperienza del camping in maniera poco positiva, ecco arrivare anche in Italia il Glamping, un modo tutto nuovo di campeggiare con stile, senza rinunciare al comfort e al lusso. Un week end all’insegna dell’avventura, con stile, per tutta la famiglia.

Orto e nonni: un valore aggiunto

Noi abbiamo nonno Gigi e il suo orto, che ogni anno insegna ad Andrea a piantare delle verdure, a prendersene cura e a goderne dei frutti. Quest’anno è stato l’anno delle carote, lo scorso quello delle zucchine. Non tutti hanno un nonno Gigi vicino, esistono però gli orti sociali, dove si possono portare i bambini a fare consocenza con dei nonni che, ne sono certa, saranno più che disponibili a raccontare la loro esperienza contadina ai più piccoli.

Grandi discese con il bob sulla neve

In inverno la domenica, quando nevica, è fatta di discese con il bob. Abbiamo la fortuna di avere le montagne vicine a noi, a 1 ora da casa nostra, quindi la domenica si parte e si passano 2/3 ore sulle piste. Andrea, armato di occhialini e casco, è un discesista nato, scende su quel bob senza temere la velocità ed una volta terminata la discesa prende la cordicina del bob e risale trascinandoselo dietro con tutta quell’autonomia che gli abbiamo insegnato.

Camminare nella neve

Avete mai provato a fare l’angelo della neve? Credo sia una delle sensazioni più belle che potreste vivere, e se non amate sdraiarvi sulla neve, lasciate che a farlo siano i vostri bambini: il loro volto felice è contagioso. Camminare nella neve, respirandone il profumo a pieni polmoni, ti porta ad una connessione con la natura impensabile, senti tutta la sua potenza ed è una sensazione di benessere che pervade anima e corpo, inoltre si può fare in un qualsiasi parco o in campagna senza necessità di andare in montagna.

I benefici della vita all’aria aperta sono risaputi e conosciuti, come il fatto che camminare in montagna, immersi negli alberi, sia un toccasana per l’emotività.

Last minute

Non sempre si ha tempo per organizzare il week end, e non dimentichiamo inoltre che vi è un budget familiare da tenere in considerazione. Si possono organizzare delle giornate spensierate all’aria aperta anche senza dover necessariamente macinare km o spendere del denaro. Che sia una passeggiata al parco, o nella campagna vicina, che sia una biciclettata per un pic nic al parco, tutto ciò che vi porta ad essere in contatto con la natura è un toccasana per tutta la famiglia.

Fondatrice di Chizzocute. È cresciuta in campagna, in un ambiente rispettoso della terra e degli animali, il suo stile di vita non poteva che basarsi su principi legati ai valori etici con i quali è stata allevata. Si occupa di digital marketing e vive in Brianza con il marito Alessandro, il figlio Andrea di 5 anni e il bassotto Billy di 9.