TOP

Sali minerali: dove si trovano e cosa sono?

I sali minerali hanno un ruolo indispensabile per il benessere del nostro organismo. Ma sapete davvero cosa sono e in che alimenti si trovano?

I sali minerali sono sostanze inorganiche che quotidianamente assumiamo tramite l’acqua e il cibo, in particolare frutta e verdura. Sebbene costituiscano solo il 6,2% del nostro peso corporeo, sono fondamentali per il normale svolgimento di molte funzioni vitali. È bene assicurarsi un giusto apporto tramite una alimentazione equilibrata, consumando i giusti alimenti e cercando di evitare sia carenze sia eccessi.

 

Sali minerali: proprietà e funzioni

sali minerali proprieta

I sali minerali sono composti inorganici, naturalmente presenti in diverse quantità nei cibi e nell’acqua che assumiamo quotidianamente. Infatti, per natura nessun individuo è capace di sintetizzarli, perciò è necessario introdurli attraverso un’alimentazione varia ed equilibrata.

I sali minerali si differenziano dalle vitamine in quanto non sono sostanze organiche e non mutano se sottoposti al calore. Inoltre, a differenza di carboidrati e proteine, è necessario un apporto ridotto, che rimane comunque fondamentale dato che i sali minerali vengono espulsi costantemente tramite i liquidi corporei.

 

L’importanza dei sali minerali

importanza sali minerali

Ma perché i sali minerali sono così importanti?

I sali minerali sono essenziali per il mantenimento di un buono stato di salute. Contribuiscono alla crescita di tessuti quali denti e ossa, garantiscono il corretto funzionamento di molti organi e di diversi enzimi. Ciascun alimento apporta un quantitativo di sali minerali diverso che avrà benefici differenti; per questo motivo è importantissimo cercare di variare ciò che mangiamo.

Ne consegue che un apporto troppo scarso o eccessivo avrà degli effetti negativi sul nostro corpo. Assumere una dose esagerata di sali minerali può addirittura risultare nocivo. Al contrario, assumerne pochi può altresì causare delle vere e proprie sindromi da carenza, specialmente per quanto riguarda i sali minerali essenziali, come lo iodio e il ferro. In generale, una cattiva nutrizione può generare uno scompenso idro-salino. Per questo, è importante soddisfare il nostro fabbisogno giornaliero di sali minerali e a volte è necessario assumerli tramite degli integratori, previa consultazione di un medico.

Per sapere dove si trovano i sali minerali e quali sono le loro funzioni, andate avanti a leggere e questo argomento non avrà più segreti per voi.

 

Quali sono i sali minerali

Innanzitutto, è bene sapere che i sali minerali possono essere classificati in microelementi e macroelementi.

I microelementi (od oligoelementi) sono presenti solo in quantità minime nel nostro organismo per un fabbisogno giornaliero che va da alcuni microgrammi a pochi milligrammi. I macroelementi sono invece presenti in quantità superiori, ma si tratta di pochi grammi o decimi di grammo. Ecco quali sono:

Macroelementi

  • Fosforo: oltre a essere utile per il benessere di denti e ossa, aiuta a mantenere l’equilibrio tra acidità e alcalinità (bilanciamento acido-base) nel nostro corpo
  • Calcio: importante per denti e ossa, per la coagulazione sanguigna e per la contrazione muscolare
  • Cloro: regola la pressione osmotica e l’equilibrio acido-base
  • Magnesio: essenziale per il benessere delle ossa e per l’attivazione di molti enzimi, ma anche per la trasmissione neuromuscolare
  • Potassio: mantiene l’equilibrio acido-base, garantisce la pressione osmotica e il bilancio idrico
  • Sodio: ha delle funzionalità simili al potassio
  • Zolfo: ne sono ricchi capelli e unghie, oltre ad essere un elemento fondamentale di molte vitamine e amminoacidi

Microelementi (od oligoelementi)

  • Cadmio: utile per attivare alcuni enzimi
  • Cobalto: partecipa al corretto funzionamento della tiroide e alla biosintesi dell’emoglobina
  • Cromo: fondamentale nel metabolismo dei lipidi e dei glucidi
  • Ferro: importantissimo per sintetizzare l’emoglobina e per il metabolismo energetico
  • Fluoro: alla base del benessere di ossa e denti, in particolare previene la carie
  • Rame: garantisce l’elasticità della pelle e agevola l’assimilazione del ferro
  • Iodio: essenziale per il buon funzionamento della tiroide
  • Manganese: contribuisce al metabolismo degli zuccheri e delle proteine e alla crescita delle ossa
  • Molibdeno: importante per il benessere del fegato, contribuisce all’attivazione di molti enzimi
  • Nichel: favorisce l’assorbimento del ferro
  • Selenio: contribuisce alla formazione delle membrane cellulari e al metabolismo degli ormoni tiroidei
  • Silicio: utile per sintetizzare tessuto connettivo e collagene
  • Vanadio: utile per l’attivazione di molti enzimi e per l’assorbimento di sodio e potassio
  • Zinco: compone numerosi enzimi

 

Quali sono i sali minerali più importanti

Ci sono alcuni sali minerali fondamentali definiti essenziali senza i quali il corretto funzionamento del nostro organismo può essere seriamente compromesso.

I sali minerali più importanti sono: cobalto, cromo, ferro, fluoro, iodio, rame, selenio e zinco.

È necessario prestare attenzione ad assumerne le quantità minime raccomandate, senza dimenticare che allo stesso tempo ci sono vari rischi in caso di consumo smisurato.

 

In quali alimenti si trovano i sali minerali

alimenti sali minerali

Vi daremo ora risposta alla domanda che sicuramente vi state ponendo: dove si trovano i minerali? E quali sali minerali sono contenuti nei vari alimenti? Ecco l’elenco che fa per voi:

  • Le banane, la frutta secca, i semi e i vegetali a foglia verde contengono magnesio. Le banane e le albicocche sono anche un’ottima fonte di potassio. Crusca di frumento, frutta secca e semi sono, inoltre, fonti di rame. Scoprite i benefici della frutta secca, potete acquistarli in formato family o snack
  • I cereali contengono fosforo, molibdeno e selenio. In piccole quantità è presente anche il manganese. I cereali integrali sono, inoltre, ricchi di cromo, magnesio e rame
  • Funghi, ostriche e tuorlo d’uovo contengono lo zinco
  • Latte e derivati (formaggi, yogurt e latti fermentati) contengono per lo più calcio, ma anche fosforo, selenio e sodio. Il formaggio è anche fonte di cromo. Se cercate un’alternativa al classico latte vaccino, provate il nostro Kefir
  • I legumi sono ricchi di fosforo, magnesio, molibdeno e rame. Inoltre, i legumi secchi contengono anche calcio. Se siete in cerca di idee su come bilanciare l’apporto di sali minerali nella vostra alimentazione, su Almaverde Bio potete trovare una vasta scelta di legumi secchi, cereali e zuppe
  • I pesci sono una preziosissima fonte di sali minerali. Almaverde Bio offre un’ampia varietà di pesce biologico fresco e surgelato. I pesci contengono molto calcio, ferro e fosforo, in parte anche fluoro, rame e selenio. In più, le ostriche e alcuni pesci contengono zinco
  • Salumi e insaccati sono ricchi di sodio
  • Uova e carne (sia rossa che bianca) sono ricchi di fosforo e ferro. Non esitate a provare le nostre uova fresche. Inoltre, la carne rossa contiene molto selenio e zinco e tutte le carni in generale comprendono anche il cromo
  • Le verdure contengono molto fosforo. Inoltre, broccoli, cavolo cinese e cavolo riccio sono ricchi di calcio e potassio. Assicuratevi di mangiarne abbastanza, provate le nostre verdure fresche pronte e verdure surgelate Almaverde Bio

Infine, non possiamo non menzionare l’acqua, la più preziosa fonte di tantissimi sali minerali (sia macroelementi sia microelementi).

 

Carenze ed eccessi di sali minerali

carenze eccessi sali minerali

Adesso è ben chiaro quanto i sali minerali contribuiscano alle nostre funzioni vitali. Proprio per questo, un apporto eccessivo oppure insufficiente di sali minerali tramite l’alimentazione può essere dannoso per la nostra salute.

Per esempio, possiamo osservare nello specifico cosa accade con un’alterazione dell’introduzione nel nostro organismo di alcuni sali minerali fondamentali: il calcio, il ferro e lo iodio.

Per quanto riguarda il calcio, essendo importante per ossa e muscoli, se non viene assunto a sufficienza può portare a casi di rachitismo, crisi tetaniche e osteoporosi. Un consumo smisurato può provocare, invece, nausea, sonnolenza, stati confusionali e vomito.

Il ferro è importante per rafforzare le difese immunitarie. Perciò, una carenza può comportare sensazione di debolezza, anemia e predisposizione alle infezioni. Un’introduzione smodata di ferro nell’organismo provoca invece danni diffusi a vari organi.

Lo iodio è alla base del funzionamento degli ormoni tiroidei e di conseguenza del sistema nervoso centrale. È quindi fondamentale assumerlo nelle giuste quantità in tutte le fasi della crescita. La scarsità di iodio nell’organismo può provocare veri e propri deficit cognitivi e neuropsicologici. Bisogna prestare attenzione all’assunzione di questo sale minerale essenziale, dato che i problemi tiroidei sono estremamente diffusi nella popolazione mondiale.

 

Conclusioni

Non ci sono dubbi su quanto sia importante mantenere uno stile di vita sano e una dieta equilibrata che garantisca il corretto apporto di sali minerali. Questi ultimi sono fondamentali soprattutto per chi mantiene una vita attiva e pratica sport.

Se volete restare sempre aggiornati sul mondo bio, visitate il sito Almaverde bio. Inoltre, se siete alla ricerca di prodotti ricchi di sali minerali da integrare ai vostri piatti, visitate le nostre Isole.

Fonti:

Sali minerali, Istituto Superiore di Sanità

Sali minerali, Humanitas