TOP
ricette con kefir di latte

Ricette con kefir di latte: le idee da non perdere

Il kefir, bevanda ottenuta dalla fermentazione del latte fresco, si presta molto per la sua versatilità in cucina: cheesecake, focacce, dolci al cucchiaio, frullati di frutta! Gli usi che se ne possono fare coprono uno spettro molto ampio: e, come sempre, vale la regola che prima di potersi fidare ci si deve conoscere. In questo articolo ci pensiamo noi a presentarvi le tante ricette con il kefir di latte.

Il kefir di latte è una bevanda a base di latte fermentato e per la sua preparazione possono essere utilizzati sia il latte vaccino che latte di pecora o capra;  il tempo di fermentazione è di circa 24 ore e i grani, che possono essere riutilizzati ogni volta aggiungendo altro latte, si presentano come delle palline bianche unite tra loro, morbide e umide.

È un prodotto originario del territorio russo, che poi si è gradualmente diffuso in tutta l’area del Caucaso fino alle propaggini più a sud, e in tutti questi luoghi viene prodotto e consumato da secoli: grazie al suo contenuto nutrizionale e al potere probiotico – è ricco di fermenti lattici vivi che aiutano a migliorare la digestione del lattosio contenuto – è un ingrediente essenziale nell’alimentazione quotidiana di queste zone.Negli ultimi anni questa bevanda a base di latte un po’ particolare, ma tutta da scoprire, si sta conquistando la fiducia degli appassionati di cucina per la sua versatilità. In questo articolo vedremo infatti degli spunti per le tante ricette con il kefir di latte!

I benefici del kefir di latte

Il kefir mantiene una piccola parte del lattosio iniziale (risultando quindi più digeribile del latte, non solo per la riduzione del lattosio, ma anche per la parziale idrolisi delle proteine), ed è una buona fonte di proteine, calcio, fosforo e vitamine soprattutto del gruppo B, in particolare la vitamina B12, la vitamina e le provitamine A[1].
Quando viene prodotto da latte intero, è caratterizzato da una modesta quantità di grassi saturi e di colesterolo (pertanto in casi di ipercolesterolemia può essere consigliabile prediligere quello da latte scremato).

benefici del kefir di latte

Per l’elevato contenuto di amminoacidi essenziali – come vale anche per il latte e lo yogurt – anche il kefir si presta all’alimentazione dei soggetti con un maggior fabbisogno proteico, mentre per l’alto contenuto di calcio e fosforo, il kefir può essere un essere un bell’aiuto durante la fase di accrescimento e nella terza età, e risulta utile anche durante gravidanza e allattamento.

È spesso accomunato allo yogurt – condividono diverse caratteristiche organolettiche e gustative – e pertanto consumato con miele e frutta ma, come già menzionato, non finisce qui il ventaglio delle possibilità  delle ricette con il kefir di latte, che al giorno d’oggi è facile trovare nei supermercati.

Ricette con kefir di latte

A colazione per partire con il piede giusto, come spuntino spezza fame o come “ingrediente segreto” nelle ricette tradizionali per le quali useremmo altro? Dipende da cosa cerchiamo, ma le ricette con il kefir di latte sono infinite. Ne vediamo insieme tre a titolo di esempio.

Frullato di frutta mista con kefir

I vostri figli vi chiedono per l’ennesima volta un frullato di frutta e voi, dopo questo articolo, siete un po’ curiosi rispetto alle ricette con il kefir di latte? Ve lo diciamo chiaramente: si può fare!
Prima di tutto, è consigliabile frutta di stagione e dal sapore dolce per contrastare il sapore acidulo del kefir: pesche, albicocche, kiwi ben maturi sono ottime scelte per la loro capacità di compensare questo retrogusto.
Per prepararne uno “tutti frutti” gli ingredienti saranno:
1 pesca
1 kiwi
8 albicocche
2 cucchiaini di zucchero di canna
6 cucchiai di kefir cremoso (circa 120 g)

Prima di tutto, tagliare la frutta in piccoli pezzi e metterla nel bicchiere di un frullatore a immersione insieme allo zucchero e frullare fino ad ottenere una purea. Aggiungere poi il kefir freddo di frigo e frullare brevemente per amalgamare (o mescolare con un cucchiaio) per mantenere la cremosità.

frullati bio

Frullato con ingrediente unico? Ai bambini di solito piace molto la banana, che con il suo sapore intenso smorza l’acidità del kefir. Per questa variante, avremo bisogno di:
1 banana (circa 100 g)
200 g di kefir
4 cucchiaini di zucchero di canna

Gelato con il kefir

Per rimanere sempre in zona estate, che ne dite di un gelato a base di kefir? Servono:
300 g kefir (il consiglio è di usare kefir che sia abbastanza denso, tipo yogurt)
200 g panna fresca liquida
100 g latte intero
150 g zucchero
scorza di limone

Dapprima versare tutti gli ingredienti (kefir, panna, latte, zucchero, scorza grattugiata di mezzo limone) in una ciotola, e girare con un cucchiaio fino a quando lo zucchero non è completamente sciolto. Versare la miscela nella gelatiera e azionarla subito. Dipende sia dall’elettrodomestico che dal programma usato, ma dopo circa 30-40 minuti il vostro gelato dovrebbe essere pronto: è ottimo da mangiare subito, oppure può essere lasciato (coperto) all’interno della gelatiera per altri 10-15 minuti.

Ovviamente può essere aromatizzato a piacere – cercando di prestare attenzione sempre alla stagionalità della frutta!
Nel caso invece non vogliate usare o acquistare la gelatiera, potete ugualmente produrre il vostro gelato senza gelatiera: mettendo il composto in freezer e, mescolandolo ogni mezz’ora fino al raggiungimento della densità desiderata, si può ottenere ugualmente un gelato cremoso e gustoso: l’unica cosa che cambia è il tempo di realizzazione!

lievito kefir

E anche la focaccia!

Invito a cena a casa di amici? Con un lievito a base di kefir potrete ottenere una focaccia che non ha nulla da invidiare a quella tradizionale!

Ingredienti per il lievito
150 g di farina 0
150 g di kefir
1 cucchiaino di miele

Ingredienti per l’impasto
lievito di kefir
450 g di farina 0
2 cucchiai di olio extravergine
250 g di acqua tiepida
rosmarino

Per prima cosa, preparare il lievito mescolando la farina con il kefir di latte e aggiungendo il cucchiaino di miele, e poi mettere a riposare per 12 ore a temperatura ambiente in luogo riparato e con il barattolo coperto con pellicola. È importante utilizzare un contenitore che sia grande circa il doppio del composto iniziale perché il volume crescerà.
La presenza di bollicine nel composto vi avvertirà dell’avvenuta fermentazione. E ora siamo pronti per la focaccia!
In una ciotola versare la farina, il lievito di kefir, l’olio e l’acqua tiepida.
Lavorare con le mani e impastare come si fa abitualmente con qualsiasi impasto o se avete la planetaria o un robot da cucina usateli pure, se vi trovate meglio così.

Lasciar lievitare l’impasto in una ciotola fino al raddoppio: può essere sufficiente qualche ora, ma se preferite andare sul sicuro lasciatelo per una notte intera.
Trasferite l’impasto su una teglia da forno e stendetelo con le mani, dopo aver inumidito la superficie con acqua e olio, spargete il rosmarino e lasciatela riposare per un’ora o due; infine cuocete a 180-200 gradi per 20 minuti circa.

Ma non finisce qua!

kefir di latte

Cheesecake con biscotti sbriciolati e mirtilli, kefir con granola e frutta secca, e addirittura pancakes di kefir: noi vi abbiamo illustrato 3 ricette, ma le ricette con il kefir di latte sono davvero tante. Basta un po’ di curiosità e spirito di iniziativa!