TOP
Il limone e le proprietà della buccia

La buccia di limone non è uno scarto, scopri come utilizzarla in cucina

La buccia di limone è la parte esterna dell’agrume ed è ricca di fibre, vitamina C, ferro, calcio e limonene. Tuttavia, spesso vengono usati solo la polpa e il succo del limone, mentre la scorza viene buttata.

Buttare la buccia del limone significa rinunciare anche alle sue proprietà, e di conseguenza si perde parte del potere benefico del frutto. Scopriamo insieme le proprietà benefiche del limone e della sua buccia, perché fa bene e come utilizzare la scorza di limone in cucina per poter usare al meglio questo fantastico agrume e godere di tutte le sue proprietà.

Limone tagliato a metà che mostra l'interno della buccia

Le proprietà della buccia di limone: fa davvero così bene?

Spesso il limone viene spremuto e ne viene usato solo il succo. Al contrario la scorza viene scartata perché ritenuta superflua. Tuttavia, la buccia di limone è commestibile e può essere utilizzata in cucina per preparare deliziose ricette. Inoltre, la buccia di limone contiene una grande quantità di fibre ed elementi nutritivi con notevoli proprietà benefiche per l’organismo.

La University of Agricultural Sciences and Technology in India ha condotto uno studio riguardante i benefici della scorza, confermando che mangiare il limone con la buccia fa bene. Infatti, secondo lo studio, è proprio la buccia del limone a contenere la maggiore quantità di vitamina C. Inoltre, contiene ferro e calcio, utili per la regolare funzione intestinale. Dallo studio è emerso anche che la buccia di limone contribuisce a depurare il fegato grazie alla presenza di limonene, che è anche la sostanza che dona al frutto il suo tipico profumo. Nello shop di Fruttaweb puoi trovare deliziosi limoni 100% biologici, non trattati con pesticidi o OGM e per questo particolarmente adatti alle ricette in cui viene usata la buccia.

Di conseguenza si può dire che la buccia di limone sia particolarmente utile per l’organismo. Se si vuole quindi ottenere il massimo dei benefici da questo frutto, deve essere consumato per intero. Buttare la buccia è quindi un vero e proprio spreco che sarebbe meglio evitare. Molti non sanno che la buccia di limone può essere usata in cucina e non solo come condimento per altri piatti. L’ideale però sarebbe evitare di cuocerla, poiché perderebbe la maggior parte delle sue capacità nutritive.

Il limone: caratteristiche e usi

Il limone deriva dalla pianta nota come Citrus limon, molto simile all’arancio. Si tratta di un albero dall’origine incerta, ma che viene coltivato in molte parti del mondo, inclusa l’Italia. Il suo colore giallo intenso lo distingue da tutti gli altri frutti ed è consigliato per una dieta sana basata sui colori del benessere. È un agrume molto apprezzato in cucina: il suo sapore aspro e acidulo lo rende uno degli ingredienti più indicati per preparare dolci e bevande come la limonata, ideale in estate per rinfrescarsi.

Ma oltre ad essere un agrume particolarmente gustoso, è anche un alimento moto nutriente che possiede grandi proprietà benefiche. Secondo uno studio condotto dall’Università Jagellonica di Cracovia pubblicato dal National Institute of Health la polpa e il succo di limone sono infatti un’importante fonte di vitamina C, utile per il sistema immunitario poiché aiuta a prevenire influenza e raffreddore. Nella polpa è presente anche l’acido citrico, utile per regolare l’acidità nello stomaco. Un altro elemento moto prezioso contenuto nel limone è la vitamina B, utile per tonificare la pelle. Notevoli sono inoltre le capacità antiossidanti del frutto.

Limoni dalla buccia gialla

Vediamo insieme come usare la buccia di limone in cucina per preparare deliziosi dolci e il famoso liquore limoncello. E se volete scoprire come diminuire altri sprechi in cucina, sul nostro blog è presente un articolo su come usare i gambi di carciofo.

Come utilizzare le bucce di limone in cucina: ricette per evitare sprechi

La buccia di limone può essere utilizzata in cucina per preparare deliziosi dolci. Vediamo insieme alcune ricette semplici e veloci per utilizzare la scorza del limone ed evitare gli sprechi.

 

Biscotti morbidi con buccia di limone

Biscotti morbidi preparati con buccia di limoneIngredienti: 280gr di farina; 100gr di zucchero semolato; zucchero a velo; 100gr di burro; un cucchiaio di lievito; un uovo; vaniglia in polvere; un limone.

  1. Mescolate burro, zucchero, vaniglia e la buccia di limone grattugiata per ottenere una crema. Dopo di che spremete la polpa di limone e aggiungete il succo alla crema.
  2. Aggiungete farina e lievito e impastate (anche a mano) per alcuni secondi. L’impasto ottenuto sarà morbido e dal colore chiaro, copritelo con una pellicola e lasciatelo raffreddare in freezer per 15 minuti circa.
  3. Una volta raffreddato, staccate piccoli pezzi dall’impasto e usate le mani per dare al pezzo la forma di biscotto.
  4. Rotolateli nello zucchero semolato per poi ricoprirli di zucchero a velo fino ad ottenere una palla di impasto completamente bianca e riponeteli in frigorifero per un’ora (attenzione, i biscotti devono essere ben distanziati o rischieranno di unirsi). In questo modo l’impasto assorbirà meglio lo zucchero.
  5. Successivamente mettete i biscotti su una teglia e metteteli in forno a 180° per 10 minuti. Infine, lasciateli raffreddare. I biscotti con la buccia di limone saranno pronti.

Marmellata con scorza di limone

marmelllata di limone preparata con la bucciaUna marmellata gustosa, perfetta per la colazione e semplice da preparare: gli unici ingredienti che servono sono 200g di zucchero e tre limoni.

  1. Tagliate a fette fini i limoni senza togliere la buccia e rimuovete i semi.
  2. Mettete le fette in un contenitore, versateci sopra dell’acqua e lasciate a riposo per 24 ore a temperatura ambiente.
  3. Passate le 24 ore, mettete le fette di limone in una pentola, aggiungete dell’acqua in modo da ricoprirle tutte e portate il tutto ad ebollizione. Raggiunto il bollore, versate l’acqua della pentola in un altro contenitore.
  4. Lasciate le fettine di limone nella pentola, aggiungete zucchero e fate di nuovo cuocere il tutto per circa 40 minuti. Le fettine di limone assumeranno una consistenza simile alla marmellata, ma per averla meno densa potete aggiungere l’acqua di cottura usata in precedenza.
  5. Una volta raggiunta la consistenza desiderata, versate il tutto in un barattolo e lasciate raffreddare. Assicuratevi di non riempire il barattolo fino all’orlo e una volta chiuso, ponete il barattolo in una pentola con acqua e portate ad ebollizione. In questo modo il prodotto finale sarà completamente privo di batteri.

Scorza di limone candita

come preparare buccia di limone canditaIngredienti: 3 limoni; 300g di zucchero; 300ml di acqua; zucchero semolato.

  1. Per prima cosa lavate i limoni e rimuovete la buccia. Prendete un pentolino, versateci dell’acqua e portatela ad ebollizione.
  2. Tagliate la buccia a piccole strisce e aggiungetela all’acqua una volta raggiunto il bollore e lasciatele bollire per qualche minuto. Ripetete questo passaggio per almeno tre volte, sostituendo l’acqua in ebollizione con altra acqua fredda.
  3. Successivamente scolate le bucce e mettetele in una padella aggiungendo acqua e zucchero.
  4. Cuocete il tutto mescolando spesso finché l’acqua non viene assorbita del tutto.
  5. Infine, mettete le scorze di limone su una teglia e lasciatele riposare a temperatura ambiente per almeno 2 giorni. Le bucce di limone candite saranno pronte e se preferite potete aggiungere dello zucchero semolato.

Crema pasticcera con buccia di limone

crema pasticcera preparata con buccia di limoneIngredienti: 2 tuorli d’uovo; 120g di zucchero; 2 cucchiai di farina; 250ml di latte; limone.

  1. Mettete i tuorli in un pentolino, aggiungete lo zucchero e montate fino ad ottenere una crema bianca, nel mentre mettete a scaldare il latte.
  2. Aggiungete la farina alla crema e mescolate, aggiungendo il latte riscaldato un poco alla volta.
  3. Mettete il tutto in un pentolino e ponetelo su un fornello a fuoco medio. Continuate a mescolare finché la crema non si attacca al fondo del pentolino.
  4. Successivamente abbassate la fiamma e mescolate fino a raggiungere la densità desiderata, ma non smettete finché la crema non inizierà a bollire.
  5. Infine, ponete la crema in una ciotola a raffreddare, aggiungete la buccia di limone e coprite con una pellicola. Una volta raffreddata potete gustarla o conservarla in frigorifero.

Limoncello

limoncello preparato con bucce di limoneIngredienti: 500 ml di alcol puro 95°; 600g di zucchero; 750ml di acqua; 5 limoni, preferibilmente biologici.

  1. Per prima cosa lavate i limoni e rimuovete la buccia, se possibile usate un pela patate, così da non rimuovere anche la parte bianca.
  2. Versate l’alcol in un recipiente di vetro con chiusura ermetica, aggiungete le bucce di limone e chiudete il barattolo lasciandolo a riposare per 30 giorni in un posto buio e senza calore.
  3. Trascorso il tempo, versate acqua e zucchero in una pentola e fatela bollire.
  4. Raggiunto il bollore, versate lo sciroppo ottenuto in un contenitore e lasciate raffreddare.
  5. Una volta raffreddato, aggiungetelo al contenitore con dentro le bucce di limone e l’alcol.
  6. Agitate il tutto e lasciatelo riposare per circa 40 giorni lontano da luce e calore.
  7. Infine, versate il tutto in una bottiglia assicurandovi che dentro non rimangano le scorze di limone, e il liquore sarà pronto.

Fonti: